Il camaleonte che diventa leone

Mi chiedo da dove dovrei iniziare.
Direi che il giusto punto di partenza sia l’ultima frase del post della settimana scorsa.
“Ci manca poco per essere competitivi in Serie D. Questo ennesimo 3-2 (dove noi siamo sempre il 2) ci deve dare certezza delle nostre capacità e tornare in campo già il prossimo sabato, contro una non impossibile San Polo Leadercom, con la convinzione che il nostro 2 deve diventare 3.
Ebbene questa sera il 3 siamo finalmente diventati NOI!
Quarto tie break, su sei partite giocate, di questo campionato ma sopratutto primo tie break VINTO!
Ripartiamo dall’inizio, al fischio arbitrale del primo set di un buon Daniele Vaccari, entriamo in campo, o meglio, poggiamo i piedi sul parquet.
Si perché tutti, dal primo all’ultimo, siamo più confusi di un camaleonte in una scatola di smarties, e il set finisce con noi che restiamo a 21.
Nel secondo set Lou Lancetti prova a inventarsi qualche cosa per rimescolare le carte, insieme al suo assistente Lorenzo “Ciaccia” Codeluppi, parlano a lungo con Marco Piccinini e come Morpheus con Neo, gli offrono la pillola rossa o la pillola blu, tornare nel ruolo, a lui insopportabile ma ricoperto negli ultimi 2 anni, di centrale e seguire il Bianconiglio nel paese delle meraviglie o riposare in panchina. PM7 accetta e si trasforma in Neo.
Il risultato non cambia, anche il secondo set finisce oltr’Enza, ma almeno lottiamo fino al 23 pari, qualche cosa vorrà pur dire.
Il camaleonte inizia a capire il diverso colore degli smarties.
Prima dell’inizio del terzo set, l’arbitro sollecita la nostra formazione, ma Lou e Ciaccia si dilungano in un conciliabolo con PM7 (ora Neo) e Andrea “Little Hulk” Feroce.
Non si capisce molto della decisione presa, ma si va in campo.
Quello che si percepisce è il cambio di mentalità. Il capitano Lorenzo Pizzetti resta in panchina e al suo posto entra il Guerriero della Luce.
Marco “Robin Hood” Corbetti inizia a tendere il suo arco e si accinge a perforare la difesa avversaria.
Ma è solo dopo la prima rotazione che si capisce la mossa intuitiva di Lou e Ciaccia; Visto che Luca Cigni è tanto performante in attacco quanto debole in difesa, Little Hulk anziché entrare al posto del centrale Neo nel giro dietro, va a sostituire Luca “James Dean” Cigni (gli cambieremo soprannome quando dismetterà quel velo di tristezza sul viso dopo ogni errore).
Subito si intravvede un deciso e migliore equilibrio della formazione.
Anche Alessandro “The Wall” Folloni inizia a fermare gli attacchi avversari con fantastici Monster Block!
Il terzo set è nostro e loro restano a 16; iniziamo a prendere convinzione dei nostri mezzi ma manca ancora qualche cosa.
Ricky Ravazzini non se la sente di giocare quella sette che sarebbe il colpo preferito di Neo e Lou lo sollecita.
Nel quarto iniziamo bene, la mossa tattica del cambio, nel giro dietro, del libero al posto della banda sembra funzionare mentre Ricky finalmente si trasforma, l’Oracolo gioca la sette e Neo la colpisce.
Il Guerriero Pizzetti gioca palle intelligentemente penetranti nella difesa avversaria, Robin Hood Corbetti la scaglia in modo formidabile dal suo arco e anche Luca Cigni inizia a passare.
Ma è sempre lui, Little Hulk Feroce a incitare, dare morale e difendere come se non ci fosse un domani.
Si va al tie break, con i cugini che nel quarto restano a 17. Dopo quattro set noi abbiamo messo a segno 94 punti, loro 83, anche questo ha un significato.
Nel quinto non c’è storia, il camaleonte si trasforma in un leone che si mangia tutti gli smarites, cambiamo campo sul 8 a 4 per noi e finisce 15-8 con Neo che si inventa battute che neanche lui sa come, mentre sulla nostra panchina si utilizza anche la cabala per scongiurare errori.
Ne siamo consci, siamo una squadra da quinto posto in classifica ed è a quello che dobbiamo guardare, puntando già su sabato prossimo nella trasferta di un non impossibile Busseto Volley.
#orgogliosidiesserenoi
#noiabbiamounsogno
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...