Transformers

Abbiamo iniziato questo campionato di Serie D pensando di essere Principi ma ci hanno trasformato subito in ranocchi.

Il girone di andata lo chiudiamo con 3 vittorie, 11 sconfitte e tanta fatica nel trovare un nostro gioco. Siamo passati da grandi battaglie (5 partite finite con il punteggio di 3-2 di cui una sola vinta) a desolanti sconfitte in serate in cui non siamo nemmeno entrati in campo.

Abbiamo iniziato con alcuni giocatori come Corbetti e Cristofaro (poi persi per il nuovo regolamento federale avendo debuttato in serie C) e terminato con nuovi inserimenti quali Chiossi, Russo e Matera pensando di non aver controbilanciato le perdite.

Tanto che Mauro Chiossi, quando chiamato in campo, ha fatto il suo, senza errori e questo è già tanto, Enrico Matera al debutto contro Castelnuovo ha chiuso con un -8 e Alberto Russo finora ha visto il parquet solo in allenamento.

Con queste premesse si inizia il girone di ritorno pensando di essere ranocchi senza speranza.

Così scendiamo in campo a Casinalbo contro la seconda in classifica con Capitan Guerriero della Luce Pizzetti che si ferma ancora prima del fischio di inizio per un riacutizzarsi di quel vecchio dolore al ginocchio.

Starting six dunque composto da Ravazzini in regia, Matera opposto, Folloni e Cenci centrali, Cigni e Piccinini sulle bande e il solito piccolo grande Little Hulk Feroce nel ruolo di libero.

Non ingraniamo e loro vanno; unica tardiva reazione quando sul 24-16 breakiamo 4 punti e chiudiamo il set a 20.

Però…

Però qualche cosa di diverso sembra serpeggiare fra noi, si intravede un giocatore nel ruolo giusto, un opposto che pare essere veramente un opposto e che sa prendersi le sue responsabilità. E martella, come un piccolo Thor, e i piccoli prima o poi crescono.

Crescita che inizia nel secondo set con Matera sempre più servito da Ravazzini, anche perché le alternative sono poche, in ricezione pecchiamo tanto, in banda il solo Cigni riesce a passare mentre Piccinini sembra essere l’agente Smith anziché Neo. Folloni e Cenci fanno quello che possono ma non incidono. Dunque, per diversi minuti il nostro gioco è: Little Hulk Feroce che difende, Ravazzini, che al contrario del piccolo Principe non è assolutamente curioso e la alza sempre a al nostro nuovo Thor che riporta percentuali di tutto rispetto.

Perdiamo anche il secondo set ma siamo in crescita.

Crescita che si completa nel terzo set dove dominiamo.

Piccinini resta in panchina e la suo posto entra un ottimo Tancredi. Il gioco è sempre lo stesso e qui Richy comincia ad insistere troppo verso Thor Matera che passa, passa, passa ma quando terrà visto il poco allenamento alle spalle? Il dubbio si insinua fra Lancetti e Codeluppi che non hanno alternative se non un doppio cambio nel quale entrano Chiossi e Franzi, anche loro sugli scudi. Pietro mette una parallela su una palla uscita da quelle meravigliose dita del nostro Mauro Sully Chiossi il quale, dall’alto dei suoi oltre 100 chilogrammi, oltre alla taglia xxxl riesce quasi a difendere su una diagonale avversaria.

Così il terzo set è nostro, primo set del girone di ritorno, contro la seconda in classifica, non male visto che all’andata abbiamo subito un secco 3-0.

Nel quarto ci crediamo ma a Thor Matera finiscono le energie e Richy, testardo come Don Pedro principe di Aragona, continua a sfinirlo usando solo lui.

Torniamo da Casinalbo senza punti ma con una consapevolezza, quella di aver trovato materiale su cui lavorare nelle prossime settimane.

Se Matera confermerà le proprie qualità, se Ravazzini userà tutta la squadra, se Cigni continuerà questa sua crescita, se Piccinini tornerà sui suoi livelli, se (parafrasando Kipling) diventeremo uomini.

Allora forza!

#orgogliosidiesserenoi
#noiabbiamounsogno

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...